Interroghiamo: c'è qualche volontario?

L'idea di promuovere il volontariato tra i giovani è stata il fondamento intorno a cui è nata l'associazione SuPerGiù. Tutti noi fondatori arrivavamo da molte realtà in cui svolgevamo diversi servizi e tutte queste avevano un minimo comun denominatore: il costante bisogno di nuove forze. Da qui, ragionando insieme, è nato il progetto Interroghiamo: c'è qualche volontario? che ha la finalità di incontrare i ragazzi in età scolastica per farli "interrogare" sulla realtà e sui bisogni da cui sono circondati e provare a far loro intuire se "c'è qualche volontario" nel loro cuore che cerca lo spazio per esprimersi.

Per saperne di più

L'isola che non c'è

Il progetto de L’isola che non c’è nasce dai componenti dell’associazione SuPerGiù O.N.L.U.S. in seguito a ricerche svolte sul territorio di Villa Cortese che hanno portato alla conferma che, quello della conoscenza della lingua italiana da parte degli stranieri residenti, è un problema non indifferente. Non conoscere la lingua, infatti, comporta una vera e propria incapacità di rapportarsi alla vita sociale della comunità, portando, nei casi più estremi, all’emarginazione totale.

Al fianco del desiderio di poter migliorare la qualità delle relazioni degli stranieri c’è anche l’obiettivo di far prendere coscienza e di sensibilizzare la popolazione (almeno quella villacortesina) ai bisogni degli stranieri.

Per saperne di più

L'isola che non c'è in festa

“I don’t care”, “Non m’importa: io ballo!”

Sono bastate le parole di uno studente ad animare la festa in Via San Grato 27! Il 17 dicembre, il suo entusiasmo ha subito contagiato gli ospiti dell’Isola che non c’è: giovanissimi e adulti, timidi e impavidi, tutti si sono lasciati trasportare dal ritmo travolgente della musica afro.

Dopo mesi di lezioni e compiti a casa, il tempo dei festeggiamenti è finalmente arrivato anche a Villa Cortese! Giovedì sera, infatti, la scuola d’italiano per stranieri ha organizzato l’ormai consueta festa di chiusura durante il periodo natalizio.
Chiacchiere, buon cibo, foto ricordo e musica sono stati gli ingredienti della serata, un’occasione per scambiarsi gli auguri prima delle festività e, soprattutto, per stare insieme e godere della compagnia di ciascuno, volontari, studenti e amici, in un’atmosfera sempre più familiare.
Una semplice festa, quindi, è diventata un’opportunità di scambio e condivisione di racconti passati, progetti per l’anno avvenire, culture e tradizioni!

Con l'augurio che il 2016 continui ad arrichire la vita di tutti i giorni e non faccia mancare sorprese, buone feste e arrivederci a gennaio all'Isola che non c'è.

La scuola d'italiano per stranieri di Via San Grato 27, infatti, riapre il 14 gennaio 2016, dove ci si prepara a proseguire le lezioni e si è sempre pronti ad accogliere nuovi studenti e volontari!

Aiutaci

Per poter realizzare i nostri progetti ed attività abbiamo bisogno anche del tuo aiuto. Scopri come aiutarci nella pagina Aiutaci!. Grazie di cuore fin d'ora per la tua disponibiltà!