Interroghiamo: c'è qualche volontario?

L'idea di promuovere il volontariato tra i giovani è stata il fondamento intorno a cui è nata l'associazione SuPerGiù. Tutti noi fondatori arrivavamo da molte realtà in cui svolgevamo diversi servizi e tutte queste avevano un minimo comun denominatore: il costante bisogno di nuove forze. Da qui, ragionando insieme, è nato il progetto Interroghiamo: c'è qualche volontario? che ha la finalità di incontrare i ragazzi in età scolastica per farli "interrogare" sulla realtà e sui bisogni da cui sono circondati e provare a far loro intuire se "c'è qualche volontario" nel loro cuore che cerca lo spazio per esprimersi.

Per saperne di più

L'isola che non c'è

Il progetto de L’isola che non c’è nasce dai componenti dell’associazione SuPerGiù O.N.L.U.S. in seguito a ricerche svolte sul territorio di Villa Cortese che hanno portato alla conferma che, quello della conoscenza della lingua italiana da parte degli stranieri residenti, è un problema non indifferente. Non conoscere la lingua, infatti, comporta una vera e propria incapacità di rapportarsi alla vita sociale della comunità, portando, nei casi più estremi, all’emarginazione totale.

Al fianco del desiderio di poter migliorare la qualità delle relazioni degli stranieri c’è anche l’obiettivo di far prendere coscienza e di sensibilizzare la popolazione (almeno quella villacortesina) ai bisogni degli stranieri.

Per saperne di più

L'appalto

Interroghiamo… c’è qualche volontario?

A questa domanda la maggior parte dei ragazzi delle classi 4° del liceo Cavalleri si sarebbe nascosta. I ragazzi avrebbero iniziato a cercare qualcosa in cartella o altro… insomma avrebbero fatto di tutto per non incrociare lo sguardo della professoressa; ma il 24 Aprile hanno alzato tutti la mano e si sono cimentati nel volontariato.

Questa volta i protagonisti del laboratorio “L’Appalto” sono stati proprio loro, avevano una consegna ben precisa: cercare con un budget limitato, di effettuare degli interventi necessari per un determinato comune della zona: progettare un trasporto anziani e bambini. Si sono messi nei panni di un’equipe di volontari e hanno organizzato un “progetto” per riuscire a risolvere quella problematica. Inizialmente erano un pò spaesati, ma appena sono entrati nel clima giusto sono riusciti ad ottenere degli ottimi risultati. Le difficoltà non erano poche, ben presto si sono accorti che il budget iniziale non era minimamente sufficiente per realizzare anche solo uno dei due servizi richiesti. Quindi? Quindi bisogna rimboccarsi le maniche e dar sfogo alla propria fantasia perché servono fondi e volontari.

Calcolatrici, fogli, pennarelli colorati e tantissime idee creative: ecco gli strumenti usati; un giorno nel mondo del volontariato per sperimentare che il fare del bene non solo è utile per gli altri. Ho trovato questa esperienza molto utile, per loro sicuramente, ma anche per me dato che era la prima volta che partecipavo come “assistente” a tale attività. Chiunque può imparare da queste esperienze ed ognuno può offrire molto, anche nel suo piccolo.

Vi lasciamo con il video di presentazione del progetto vincitore, mentre tutti gli altri potete vederli sul nostro canale youtube.

Aiutaci

Per poter realizzare i nostri progetti ed attività abbiamo bisogno anche del tuo aiuto. Scopri come aiutarci nella pagina Aiutaci!. Grazie di cuore fin d'ora per la tua disponibiltà!